Innanzitutto desidero anche a nome della segreteria della CGIL di Pordenone, complimentarmi con i lavoratori e le persone che all’ Ideal Standard hanno dato vita a questo blog di informazione sulla delicata vertenza e situazione dello stabilimento di Orcenico.

La lotta dei lavoratori dell’ Ideal Standard per dare un futuro al loro posto di lavoro ed a questa fabbrica storica del pordenonese è infatti un punto di riferimenti per tutti coloro che sono colpiti da questa crisi, prima di tutto i lavoratori che vedono scomparire i loro posti di lavoro, ma anche le imprese stesse che sono parte importante del tessuto economico ed industriale della nostra provincia.

Da questo punto di vista, il recente accordo di programma firmato con le Istituzioni i Sindacati e l’ Ideal Standard, è un passo positivo verso il tentativo di costruire attorno al futuro produttivo dello stabilimento, delle azioni di politica industriale che ne permettano continuità e sopravvivenza.

La mancanza infatti di una politica industriale nazionale sull’ edilizia pubblica, come degli investimenti in ricerca e sviluppo nel settore, e sul recupero energetico, stanno segnando drammaticamente la crisi delle attività produttive collegate con il declino e la chiusura di molte aziende nel settore.

Solo in parte l’ accordo di programma cerca di mettere una pezza locale alla mancanza di una politica industriale nazionale; tuttavia è almeno significativo che si sia partiti da questo nodo per affrontare realmente i problemi di competitività industriale che colpiscono drammaticamente le nostre imprese e non dalla inutile quanto devastante falsa teoria, della necessità per competere di tagliare drasticamente diritti e retribuzioni dei lavoratori.

Obiettivo di questa intesa resta comunque quello di far produrre al gruppo Ideal Standard un piano industriale, senza il quale le disponibilità e l’ impegno delle parti e delle Istituzioni, contenuti nell’ accordo di programma, rimangono lettera morta.

Per questo, al centro della iniziativa della CGIL e ci auguriamo di tutte le parti sottoscrittici dell’ accordo, rimane la battaglia insieme ai lavoratori per rivendicare nei confronti dell’ azionista di riferimento di Ideal Standard, gli impegni e gli investimenti industriali necessari per dare un futuro alla realtà produttiva dello stabilimento, che ad oggi sono ancora senza risposta.

Per il lavoro dunque, a fianco dei lavoratori dell’ Ideal Standard di Orcenico.

Flavio Vallan

Per la segreteria della CGIL di Pordenone